Linfotaping: tecniche specifiche e consigli per l’applicazione

Il Linfotaping è un metodo di trattamento che si abbina per la maggior parte delle volte ad altre terapie come linfodrenaggio e bendaggi in presenza di edema e congestione linfatica.

L’applicazione del tape si avvale dell’utilizzo di uno speciale cerotto, chiamato “tape”, molto sottile e che aderisce sulla cute per mezzo di una colla disposta a onde.

Il tape, applicato sulla pelle, mantiene le sue proprietà per 3/4 giorni prima di dover ripetere l’applicazione, grazie alla composizione dei materiali di cui è fatto:

  • Tessuto in cottone resistente: le sue proprietà fanno in modo che l’elasticità del nastro sia sovrapponibile a quella della pelle ed è resistente all’acqua.
  • Traspirazione: l’ottimale traspirazione del nastro garantisce una buona durata nel tempo.
  • Il taping è una metodica molto versatile, che può essere utilizzato anche per problemi e disfunzioni muscolari e/o tendinee, per favorire la stabilizzazione dei capi articolari, per il trattamento di edemi di altra natura (anche post-traumatici e post-operatori), di ematomi e di cicatrici.

Il tape viene applicato con una tecnica definita “decompressiva”, con l’obiettivo di migliorare l’elasticità dei tessuti sottostanti, incrementare la circolazione sanguigna e linfatica locale e migliorare il drenaggio linfatico.

Questa tecnica prevede l’applicazione del nastro senza tensione o minima 10% e in posizione di massimo allungamento della cute, in modo da garantire un effetto di sollevamento della pelle necessario per raggiungere gli obiettivi sopra citati (di cui possiamo apprezzare un esempio nella foto alla fine di questo paragrafo).

Queste “pliche”, infatti, permettono un effetto benefico sulla microcircolazione tramite una variazione della pressione all’interno dei vasi sanguigni e linfatici, favorendo la circolazione ed il drenaggio. Questo effetto è continuo, per tutta la durata dell’applicazione.

Accorgimenti per un’adeguata applicazione del nastro:

  • Prima dell’applicazione, il nastro deve essere preparato: la lunghezza, la larghezza e la forma dipendono dalla zona da trattare e dal tipo di applicazione.
  • L’applicazione viene fatta su pelle asciutta, ben pulita e priva di sostanze come creme, oli od unguenti. Questo è fondamentale per garantire una buona durata dell’applicazione.

Questo tipo di tecnica è poco invasiva e non provoca reazioni avverse; è possibile, in una percentuale minima di soggetti particolarmente sensibili, che l’adesivo provochi una lieve irritazione cutanea. In tal caso, è sufficiente provvedere alla rimozione del tape.

Hai bisogno di ulteriori informazioni?

Scrivici compilando il modulo ↓









    Rispondi correttamente alla domanda.

    Accetto trattamento dati →

    Dichiaro di aver letto i termini e le condizioni descritte nella Privacy Policy e di accettare l'utilizzo dei dati personali inseriti, che saranno raccolti e trattati in modo da garantirne la riservatezza e la sicurezza.

    Condividi