Come preparare un pediluvio drenante a casa?

Sei alla ricerca di un modo piacevole e semplice per detossinare l’organismo e ci fa piacere descriverti una buona abitudine per abbinare bellezza, salute e quiete.

Si dice “se bella vuoi apparire un pò devi soffrire”, ma in questo caso devi solo accomodarti e rilassarti attendendo che i benefici del pediluvio facciano effetto sul tuo corpo.

Indice

Ma a cosa serve il pediluvio?

I piedi sono l’estrema periferia della circolazione sanguigna e linfatica e danno impulso a tutto il sistema circolatorio: così, concentrandoti su di loro, non solo favorisci il riassorbimento locale dei gonfiori e di eventuali ristagni di liquidi e tossine, ma ottieni benefici in tutto il corpo.

Pediluvio con acqua calda o fredda?

Adesso ti parleremo di un pediluvio ad alta concentrazione salina ashiyu-Kneipp che è un vero e proprio rituale nipponico.

Devi sapere che l’arte idroterapica in Giappone vanta una tradizione antichissima e tu puoi replicarlo anche tra le pareti di casa tua.

Potrai utilizzare gli ingredienti che ti elencheremo a breve, ricorda che i sali che andrai ad utilizzare drenano i liquidi, detossinano e tonificano semplicemente lasciando i piedi in ammollo.

Cosa usare per creare il tuo pediluvio ad alta concentrazione salina?

  • Bacinella piena di acqua calda (38°C);
  • 120 gr di bicarbonato di sodio;
  • 500 gr di sale grosso da cucina o sali termali;
  • 10 gocce di olio essenziale drenante Innovalinfa; 
  • asciugamano;
  • buona musica rilassante per migliorare la condizione del tuo sistema nervoso. 

Consigli avanzati della Dott.ssa Roberta Cagnetta

Esperta in fisioterapia dermatofunzionale e vascolare, terapia manuale e idrokinesiterapia.

Cosa fare per ottenere un pediluvio con effetto altamente drenante? 

Potresti utilizzare l’olio essenziale drenante Innovalinfa che amplificherà l’effetto della pratica che andrai a svolgere.

Questo olio ha il potere di rendere drenante anche una crema assolutamente neutrale che hai a disposizione a casa tua e potrai automassaggiarti per sgonfiare le gambe e avvertire una sensazione di leggerezza. 

Quando farlo e qual è la durata di un buon pediluvio?

Ti consiglio di eseguirlo 2 volte alla settimana, per 15 minuti

Per stimolare una vasocostrizione, riproducendo una vera e propria ginnastica vascolare, consiglio dopo questa immersione di mettere i piedi in una bacinella con acqua fredda (20°C) per circa 2 minuti muovendo in maniera alternata le dita dei piedi, in questo modo andrai a stimolare attivamente la muscolatura intrinseca del piede che migliorerà il microcircolo.

Ripetere 2 volte il ciclo caldo/freddo.

Hai bisogno di ulteriori informazioni?

Scrivici compilando il modulo ↓









    Rispondi correttamente alla domanda.

    Accetto trattamento dati →

    Dichiaro di aver letto i termini e le condizioni descritte nella Privacy Policy e di accettare l'utilizzo dei dati personali inseriti, che saranno raccolti e trattati in modo da garantirne la riservatezza e la sicurezza.

    Condividi